in

Bentornato B-Goss

Com’è stato il tuo rientro dal Messico? Come stai vivendo la quarantena in Italia?

È stata un’esperienza fantastica con persone meravigliose. Amo il Messico e i messicani, che trasmettono un calore incredibile. Sto producendo un album che racconterà della mia esperienza vissuta in quei luoghi indimenticabili.

Stiamo vivendo un periodo storico di grande dolore, affrontando un’emergenza mai vista in precedenza dove la salute di molti è stata compromessa, dove tanti hanno perso la vita per una mancata prevenzione da parte dei vari Stati. È un momento di grande sacrifico dove tutti dobbiamo dimostrare la nostra responsabilità, restando nelle proprie abitazioni per evitare che il contagio si divulghi. Questo periodo ci sta permettendo di scoprire i veri valori della vita. Sto approfittando di queste lunghe giornate di isolamento per concentrarmi nella sperimentazione di nuovi sounds, di nuove idee che mi escono dal cuore.

Come nasce e come si sviluppa il progetto B-Goss?

Ho iniziato da adolescente ad ascoltare i vari generi musicali. Da bambino ero introverso, stavo spesso in disparte ma, il mio amore spassionato per la musica, ha tirato fuori il meglio di me. Ho sempre voluto inseguire il mio sogno: lavorare nel mondo della musica e dopo anni di sacrifici, posso dire di esserci riuscito. Ricordo ancora il concerto di Bob Dylan, quando suonò a Roma: ero con mio padre, il primo concerto dal vivo al quale assistevo, ho ancora i brividi. E che dire di Mark Knoplfer in Inghilterra durante la sua tournèe, negli anni 2000, con i suoi virtuosismi mediante la sua Fender Stratocaster dal manico in acero, uno spettacolo per le mie orecchie. Ho perfezionato la mia tecnica con l’amore che ripongo nella produzione delle mie canzoni, scritte interamente da me. Per coltivare al meglio questa passione, ci vuole sicuramente tanta pazienza. Ad esempio, ascolto e riascolto più volte i miei brani, curo molto i dettagli, finchè non sono convinto al 100% che la mia canzone, possa avere potenzialmente un impatto virale sul grande pubblico.

Qual’è stata la collaborazione più importante per la tua carriera musicale?

Sicuramente il featuring con Flo Rida e T-Pain che mi ha permesso di ottenere una buona visibilità. Con il mio singolo “We Gon Ride” feat. Flo Rida & T-Pain, ho conquistato la prima posizione nella classifica iTunes Dance Giapponese: questo era uno dei miei sogni nel cassetto sin da bambino: sono felice di essere riuscito a realizzarlo.

Hai mai pensato di mollare?

Mai e poi mai e posso dirvi con certezza che non accadrà neanche in futuro perchè sono una persona molto determinata: sono il primo che crede nella mia musica.

Indipendentemente dall’immagine che ti sei ritagliato nel settore musicale, cosa vorresti trasmettere al tuo pubblico?

Il mio primo obiettivo è quello di diffondere il bene al prossimo. Mi piace conoscere e rapportarmi con tutti coloro che seguono le mie idee musicali e, tutto questo avviene principalmente mediante i Social Network. Cerco sempre di dare la mia massima disponibilità a qualsiasi tipo di persona che sia un’artista più o meno conosciuto o un semplice fan. Amo questo Mondo, amo la musica, amo gli abitanti di questo Universo parallelo.

Sappiamo che oltre ad essere un grande producer, sei anche un bravo pilota di elicottero. Come riesci a convogliare entrambe le cose?

Si, paradossalmente è tutto vero. Lavoro come pilota di elicottero da parecchi anni. Non smetterò mai di ringraziare la mia famiglia per avermi permesso di intraprendere questo tipo di carriera. Utilizzo le mie pause dal lavoro di pilota, per migliorare e sperimentare le mie nuovi canzoni. Dal 2020 vengo seguito da un Team di persone esperte che, parallelamente, mi aiutano nell’organizzare la mia immagine dal punto di vista mediatico. Mi sono reso conto che non si può pensare di poter fare tutto da soli. Il volare e la musica, sono delle vere dipendenze per me, alle quali, sinceramente, non voglio e non posso farne a meno.

Cosa consigli ai giovani che vogliono inserirsi, come te, nell’industria musicale?

Di avere in primis una reale passione per la musica, di studiare ogni singolo giorno e di non abbattersi nei momenti di difficoltà perché, alla fine, con l’impegno, i desideri si avvereranno portando soddisfazioni. Un consiglio? Non mollate ma, soprattutto, credete in voi stessi, credeteci sempre!  

Instagram: https://instagram.com/bgossmusic

Spotify: https://open.spotify.com/artist/0w8hxJFdIbvahDeSoxntNl?si=JFxfGuT3RBerEmCzB-HQUQ

Dai un voto all'articolo!

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Comments

comments

gianluca vacchi streaming @ peter pan riccione

Al Peter Pan la musica non si ferma con Colombo, Vacchi e Cleis

24 e 25/4 UDJ 4 ITALY: uniti, insieme per fare del bene. Una maratona benefica di dj set a favore della Protezione Civile