in

Stefano Pain, Riccardo Ray: come è nata Goin’ Down… e un po’ di idee per dj e clubbing


Che state facendo di bello in questo periodo a livello musicale?

Riccardo Ray: “sto lavorando a dei progetti che usciranno nel corso di questo 2021”
Stefano Pain: “è un momento dedicato totalmente alla musica. Non potendo frequentare locali notturni, ci si concentra sulle nuove produzioni discografiche”.

Com’è nata Goin’ Down?

RR: “E’ nata in un momento particolare della mia vita, a maggio 2020. A causa del lockdown ho iniziato a lavorare nel settore sicurezza per un’azienda. Nelle poche pause che avevo sono riuscito a mettere giù qualche idea…”.
SP: “Ho conosciuto Riccardo durante una One Night bolognese, Rock The Club. Durante il lockdown ci siamo sentiti e confrontati riguardo le nostre passioni musicali… e pian piano, ecco che è arrivata l’idea giusta, ovvero ‘Goin’ Down’, che è uscita su una label importante, 1Stripe, distribuita da Universal Germany”.

Come lavorate in studio?

RR: “Non abitando vicini, collaboriamo solitamente online. Svolgiamo due progetti basati sulla stessa canzone seguendo una stessa linea/ stile musicale e li fondiamo insieme per ottenere musica che rispecchi sia me sia lui”.
SP: “Abbiamo lavorato a distanza, in Smart Work!”.

Come ti definiresti come dj?

RR: “timido per certi versi, ma d’altra parte mi sento sicuro di me stesso e delle mie capacità”.
SP: “Non amo darmi etichette. Amo la House Music in tutte le sue sfaccettature: prog house, tech. E amo spaziare nei miei dj set”.

Ci sono altri dischi in programma per te / voi in questo periodo?

RR: “Stiamo pensando di dare ad un seguito a “Goin’ Down”.
SP: “Si! Ho in programma due nuovi singoli come Stefano Pain e a breve anche arriverà anche il follow up realizzato con Riccardo!”.

Che consigli daresti ad un giovane dj?

RR: “Segui sempre i tuoi sogni, non è semplice il mondo dello spettacolo e del musicista, ma nonostante le difficoltà che si possano trovare… non fermarti e continua sempre a crederci”.
SP: “Credere sempre in sé stessi e portare avanti la propria passione, con determinazione”.

Come può ripartire il divertimento?

RR: “E’ importante che ognuno di noi rispetti tutte le regole, in primis per la propria sicurezza e salute e poi anche per provare a far finire il prima possibile questo periodo. Il Covid ha messo in difficoltà tutti”.
SP: “Tutto ripartirà non appena ci si potrà spostare e muovere liberamente. Senza restrizioni il mondo del divertimento tornerà ad essere come prima… ma il percorso sarà step by step”.

Dai un voto all'articolo!

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Ross Roys, su Radio Techno Norway un dj set il 18/02

Meri,”Stop Talking” è il singolo nuovo, prodotto da Luca Guerrieri