in

“In console il dj è un artigiano” – L’intervista di Claudio Coccoluto per “Faccio After”, l’eBook benefico per dj in difficoltà su AllaDiscoteca.com

Su AllaDiscoteca.com, bloghettino discotecaro, trovi una bella intervista tratta “Faccio After”, l’ebook benefico a favore dei troppi dj in difficoltà che Lorenzo Tiezzi ha pubblicato nella primavera 2020. Claudio era dannatamente generoso, per cui forse gli farà piacere. A me, più che altro, sembra che le sue parole, come sempre, abbiano senso.

Tutta l’intervista la puoi leggere qui: bit.ly/Cocco-FaccioAfter

Chi poteva dirle parole di questo tipo, se non Claudio Coccoluto?

“Il vero rito deve essere il party. La stessa importanza che ha il dj deve averla anche il singolo partecipante. Il dj set perfetto è multivettoriale, è circolare. Non c’è un flusso univoco di energia dal palco al pubblico come in un concerto rock”.

“Il dj in console va ridimensionato. E’ un artigiano, non un artista. Artista lo sei in studio di registrazione creando musica dal nulla. In console con le mani trasformi la musica per far ballare, ci metti la tua sensibilità. Riesci a recepire i segnali delle persone e li trasformi in energia per la pista”.

Chi, dopo aver letto, avesse voglia di leggersi tutto l’eBook “Faccio After” e/o supportare AllaDiscoteca e quindi tutte le iniziative del mio blog a favore di chi lavorava nell’intrattenimento (fermo da un anno intero tranne la breve ripartenza dell’estate 2020) trova informazioni, link Paypal, etc.

Grazie Claudio

Lorenzo Tiezzi

bit.ly/Cocco-FaccioAfter

Dai un voto all'articolo!

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Il nuovo numero di Danceland è on line

Komatsu San, esce “Via da qua”