in ,

Barletta: il suo “faccio cose” senza sosta

Ciao Barletta

Benvenuto su ElectroMag, il portale che parla della musica elettronica e dei suoi protagonisti.

Su ElectroMag ci piace supportare gli artisti italiani talentuosi e tu sei uno di questi, quando e come hai deciso di intraprendere la carriera da DJ?

In realtà si tratta di un inizio totalmente inconsapevole, ho cominciato spontaneamente mettendo musica alle feste dei compleanni di 18 anni dei miei amici e nella mia villa in campagna. Da lì, un crescendo: sono approdato in una consolle di un prestigioso locale della mia zona d’origine, Campobasso, tramite un DJ-contest che, fortunatamente, vinsi. Da quel momento mi cominciarono a chiamare per alcune serate, i famosi Veglioni scolastici, fino a diventare resident del Red Passion, Alexander Club e Blue Note Disco Club. Ad oggi sono DJ resident del Vanilla Club, a Locarno, in Svizzera, in cui ho condiviso la consolle con dei “grandi”, come ad esempio Steve Aoki e Meduza.

Che rapporti hai con le etichette discografiche e come ti procuri i contratti?

Ho un rapporto piuttosto consolidato con la d-vision e la X-Energy, per cui ho curato numerosi Remix, come ad esempio “Blow It” di Federico Scavo, “Loved Me Once” di DJ Antoine e “Que Rico” di Rivaz & Botteghi.

Quali sono secondo te i nomi più influenti nell’industria musicale e con chi vorresti intraprendere una collaborazione?

A livello italiano, sicuramente citerei Merk & Kremont, maestri nella produzione musicale di qualsiasi genere, Albert Marzinotto che, nonostante la sua giovane età, produce cose pazzesche, oltre ad esser arrivato su importantissimi palchi come quello del Jova Beach Party e, impossibile fare  a meno di nominarlo, il maestro Claudio Coccoluto, il “DJ più DJ” che abbia mai visto ed ascoltato. A livello internazionale, uno dei miei “fari” è da sempre Bob Sinclar, figura del DJ entertainer a tutto tondo, adoro Solomun per il suo stile unico, e sicuramente mi sento di inserire tra i nomi più influenti Purple Disco Machine, produttore che ha saputo rendere la storica “Disco Music” una tendenza più che attuale, basti pensare al suo ultimo successo “Hypnotized”, stra-suonato quest’ultima Estate da ogni radio.

Lascia un messaggio ai tuoi followers

Ciao ragazzi, sono Luciano Barletta, mi piace dire che “faccio cose” e che faccio il DJ perché non so ballare. “Mettere i dischi” e far musica è da sempre una delle mie passioni più grandi quindi, se avete voglia di supportarmi, vi invito ad ascoltare le mie produzioni su Spotify,

i miei RadioShow su Mixcloud

ed a seguirmi su Instagram, all’account lucbarletta.

Un salutone!

Grazie per essere stato con noi!

Dai un voto all'articolo!

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Comments

comments

La parola a Icio Franzoni (Royal Management): l’intrattenimento rinascerà, fiere ed eventi cresceranno

Pain & Rossini – “Hands Up Everybody” 2.0 Rework (Motivo): pubblicati 3 remix nuovi